A PAOLO CHE VIVE 

don Paolo Tonucci
don Paolo Tonucci

A PAOLO che vive perchè

ha seminato dove la terra é arida

ha dato il sorriso dove il sorriso é vita

ha insegnato a scoprire dio dove dio non si vede

ha dato il perdono a chi non é perdonato da nessuno

ha dato giustizia a chi non l’ha mai ricevuta

ha trasmesso la forza dell’amore

senza confini e senza limiti di tempo

alla schiera di umanità che l’ha capito e amato.

Grazie Paolo di essere stato con noi,

ti avremo sempre nel cuore come una grande,

Indispensabile luce.

                                                           Betty

INAUGURAZIONE BIBLIOTECA

 

MULTICULTURALE ALLA MEMO

Sabato 11 novembre 2017 alle ore 17 presso la Mediateca Montanari si è svolta l’inaugurazione della Biblioteca multiculturale realizzata dall’APiTO Marche in collaborazione con la  Mediateca e l’assessorato alle biblioteche del Comune di Fano. 

Roberto Ansuini  dell’APiTO e Valeria Patregnani direttrice della Mediateca hanno presentato  ai tanti bambini ed adulti intervenuti  le finalità dell’iniziativa sottolineando come la biblioteca rappresenti un ulteriore prezioso tassello della collaborazione ormai pluriennale tra l’associazione e la Mediateca, inserito nel grande progetto condiviso che è Piacere di conoscerti.

Roberto ha spiegato come si tratti di uno spazio multi ed interculturale nel quale troveranno collocazione libri prodotti dalla creatività di bambini e ragazzi  nei diversi laboratori che l’APiTO, da anni  attento a progetti di accoglienza ed incontro con persone di origine straniera presenti da più o meno tempo nel territorio  e ultimamente anche con richiedenti asilo, ha svolto prevalentemente  in ambiti educativi (scuole,  Mediateca, strutture di accoglienza, laboratori in contesti di feste  cittadine ), ma anche uno spazio  dedicato all’incontro, alla  narrazione e costruzione di nuovi libri che raccontino storie del mondo e dal mondo. Lo scopo è quello di offrire testi di vario tipo fatti interamente da bambini,   ragazzi  e non solo e metterli a disposizione per la lettura e perché restino a memoria  di questi incontri.      Saranno attivati laboratori creativi  presso la Mediateca,  nelle scuole e in altri luoghi idonei  della nostra città.   Perché?  Per ascoltare, narrare, illustrare  storie di culture diverse, che appartengono a  persone che vivono nella nostra città o che sono semplicemente ospiti di passaggio. La conoscenza della diversità è una risorsa per crescere consapevoli e responsabili e anche  per comprendere meglio sé stessi. L’intero progetto intitolato “Un libro tira l’Altro” si avvarrà anche del supporto e collaborazione di associazioni ed enti quali Millevoci, Millemondi, Nuovo Orizzonte, Africa Chiama, Cooperativa Labirinto, Servizi Educativi del Comune di Fano, Cremi, Assessorato alla cultura, Ambito territoriale, Fano Città dei bambini e delle bambine. 

I laboratori saranno condotti dalle nostre amiche Marina Bragadin (narratrice) e Cinzia Antinori  (illustratrice) con la supervisione di Paola Conversano. 

Marina Bragadin ha poi letto ed illustrato ai bambini presenti il grande libro (180X90)        IL SOGNO DI PINOCCHIO, realizzato dai bambini in occasione de Il Paese dei Balocchi dello scorso agosto , una storia “aperta” di un pinocchio nero che si trova a galleggiare nel mar mediterraneo, perso dal suo padroncino Asad, sogna ….per poi ritrovasi umano nella rete di un pescatore. Ne è seguito un laboratorio “Amico Asad, dove sei?” in cui ai bambini si è chiesto di suggerire con disegni e parole la prosecuzione della storia.

A conslusione della serata Roberto Ansuini ha voluto ringraziare  la Mediateca Montanari per l’accoglienza dell’intero progetto, La Nautilus Pubblicità dei fratelli Carboni per la donazione della struttura e della stampa del grande libro e la BCC di Fano per il contributo  dato alla realizzazione del progetto “Un libro tira l’Altro”. 

CENA SOLIDALE DI APITO

Si è svolta mercoledì 11 ottobre a Fano, nei locali dell’Oratorio San Cristoforo, la cena solidale dell’associazione Apito onlus, in coincidenza con la presenza in Italia di Delia Boninsegna (presidente Apito Brasile) e  di Mons. Giovanni Tonucci. Durante la serata, a cui hanno partecipato oltre 100 sostenitori alla presenza tra l’altro del Vicario Pastorale Don Marco Presciutti  e del direttore del Centro Missionario Don Giancarlo De Santi,  Delia ha portato la sua testimonianza  sulla situazione del Brasile tutt’altro che semplice. Il Brasile - ha detto Delia – sta passando un periodo fatto di grandi conflitti sociali  interni, tanti giovani finiscono con l’entrare nel giro della droga e della delinquenza metropolitana; furti e violenze sono purtroppo all’ordine del giorno così come la morte di decine di giovani minorenni ogni settimana morti ammazzati, ormai questa triste situazione non fa più nemmeno notizia. Abbiamo fatto molto fino ad oggi per i bambini –ha concluso Delia - ma ora dobbiamo lavorare con i giovani. La nostra missione non è più portare avanti l’asilo, che a breve potrebbe essere acquisita dal Municipio di Camacari, ma lavorare sulla formazione dei giovani a fianco delle famiglie e della Chiesa locale. Pienamente riuscita la serata,  ha sottolineato Roberto Ansuini, presidente Apito Italia, che aveva l’obiettivo  primario di raccogliere fondi per il progetto “un libro tira l’Altro”. Il progetto prevede infatti la realizzazione all’interno della “Memo” di Fano di una  biblioteca interculturale che possa raccogliere i libri realizzati dall’associazione e da realizzare con l’attivazione di una  serie di laboratori che vedranno coinvolti anche i bambini di immigrati e i loro genitori chiamati a condividere la loro storia e la loro cultura.

 

Marco Gasparini

TESTA DI LATTA 

SABATO 2 E DOMENICA 3 SETTEMBRE L'APITO MARCHE HA PARTECIPATO ALLA FESTA DELLA SOSTENIBILITA' TENUTASI AL PINCIO DI FANO, PROPONENDO AI BAMBINI  UN LABORATORIO SUL RICICLO DI MATERIALI DI RECUPERO DI VARIO GENERE. 

IL LABORATORIO HA RISCOSSO UN GRANDE SUCCESSO CON OLTRE OTTANTA BAMBINI ( MA ANCHE I LORO GENITORI) CHE HANNO DATO SFOGO A TUTTA LA LORO CREATIVITA' REALIZZANDO BURATTINI DI LATTA DEL TUTTO ORIGINALI E SOPRATTUTTO UNICI. 

L' APiTO Marche al PAESE DEI BALOCCHI  

con il LABORATORIO DEL LIBRO 

Dal 17 al 20 agosto presso la piazza Bambini del mondo di Bellocchi si è svolta l'annuale edizione del Paese dei Balocchi

L'APiTO Marche, proseguendo nel format Piacere di conoscerti, ha presentato un laboratorio del libro con la realizzazione di un grande libro (180x90 cm) dal titolo "Il sogno di Pinocchio": la storia di un pinocchio nero che galleggia sul mar mediterraneo, pensata e scritta da Marina Bragadin, è stata illustrata dai bambini presenti alla manifestazione, coordinati ed aiutati da Cinzia Antinori. L'esperienza è stata davvero bella ed il risultato ottimo, nelle foto sono riportate le fasi della realizzazione del grande libro che andrà ad arricchire la  già ricca biblioteca dell' intercultura dell'APiTO.

L'APiTO vuole ringraziare oltre a Marina e Cinzia, ideatrici e coordinatrici del laboratorio, Paola, responsabile dei  progetti dell'Apito , Massimo ed Ernesto , infaticabili collaboratori ed Daniele Carboni del Nautilus per  la realizzazione della struttura del libro. 

 

Ciao Ettore !!!

Martedì 27 giugno si è spento all’età di 88 anni Ettore Masina. Giornalista, esperto vaticanista, parlamentare in commissione per il diritti umani e filantropo; grande amico del popolo palestinese con padre Paul Gauthier è stato il fondatore della rete di solidarietà internazionale “Radié Resch“ intitolata ad una bambina palestinese da lui conosciuta e morta di polmonite  dopo che Israele le aveva demolito la casa. 

Grande amico di don Paolo e di tutti coloro che lottano per la Giustizia e la libertà di informazione, non ha mai esitato a schierarsi a favore dei poveri e dei suoi ideali anche a costo di veder stroncata la sua carriera di giornalista in RAI: ha sempre saputo coniugare comunismo e cristianesimo, impegno politico e sensibilità umana.

Ricordo il mio primo incontro con Ettore a Fano in occasione del decennale della morte di don Paolo, la sua relazione magistrale “Don Paolo e la Giustizia” tenuta ai ragazzi delle scuole medie; ho avuto poi il piacere di incontrarlo più volte negli anni ma avrò sempre nel cuore l’ultimo incontro con lui,  già malato, e  con sua  moglie   Clotilde  nel 2014,   nella  loro  casa  di Roma, un incontro  dolcissimo e al tempo  stesso profondissimo e ricco di significato.

Delia, appena saputo della sua morte mi ha scritto: “... la fila degli amici si allunga. Sicuramente loro staranno scambiandosi le notizie di qua, con tristezza? con sfiducia, con rammarico? No, di lá loro possono vedere che la semente era buona, chi non l’ha saputa curare siamo quelli di qua. Loro hanno seminato bene e prima o poi, nonostante tutto e tutti, i germogli sbocceranno.”

A Clotilde, a i suoi tre figli e ai numerosi nipoti il più affettuoso abbraccio mio personale e degli amici dell’APITO

Roberto Ansuini 

Buon compleanno MEMO !!!

il 10 luglio 2017,  in occasione del 7° compleanno della Mediateca Montanari,  l'Apito Marche è stata presenta con il laboratorio  AUGURI IN SCATOLA , che ha visto bambini da 6 anni in su realizzare su lucidi un loro disegno e frase da dedicare alla Memo I lavori realizzati sono poi stati posti dentro scatole trasparenti di celluloide  per realizzare una torta speciale poi lasciata in dono alla Memo.

Nelle immagini alcuni fasi  del laboratorio e  il momento della consegna a Valeria Patrignani, direttrice della MEMO: con lei i nostri Paola, Cinzia, Marina e Ernesto, Massimo Seri e   Stefano Marchegiani rispettivamente sindaco ed assessore alla cultura del comune di Fano 

 

 

1996

-

2016

 

LA NOSTRA 

STORIA 

IL NOSTRO 

IMPEGNO

 

Carissimi amici dell’APiTO e dell’APiTO Marche, il 5 dicembre 2016 abbiamo compiuto 20 anni!!! 

E’ una tappa ed un traguardo importante per una associazione di volontariato come la nostra, legata in maniera direi filiale con un sacerdote prematuramente scomparso ventidue anni fa e che peraltro ha vissuto gran parte della sua vita lontano dall’Italia. 

Indubbiamente il merito di questo è di Paolo, che ha lasciato un segno più grande di quanto tutti noi possiamo aver compreso, di Delia che non ha mai mollato anche in momenti difficili ,e non sono stati pochi,  e di tutti voi che con il vostro fedele e generoso contributo avete permesso la realizzazione ed il mantenimento del sogno rappresentato dalla Scuola Infantile di Camaçari.   GRAZIE A TUTTI!!! 

Il sogno ora è una splendida realtà, un bellissimo esempio di quanto il volontariato riesce a fare quando l’intervento è giusto e rende evidente  una carenza del sistema pubblico: il “fischietto” si è fatto sentire  e, sul nostro esempio, sono state realizzate a Camaçari diverse scuole dell’infanzia pubbliche prima assolutamente inesistenti. 

Sperando di fare una cosa gradita, ci è sembrato bello, in occasione del Natale, regalarvi e regalarci un opuscolo celebrativo dei venti anni di APiTO: un opuscolo che senza pretese vuole essere al tempo stesso un memoriale, un ricordo ed un ringraziamento. Lo puoi cliccando sulla foto.