A PAOLO CHE VIVE 

don Paolo Tonucci
don Paolo Tonucci

A PAOLO che vive perchè

ha seminato dove la terra é arida

ha dato il sorriso dove il sorriso é vita

ha insegnato a scoprire dio dove dio non si vede

ha dato il perdono a chi non é perdonato da nessuno

ha dato giustizia a chi non l’ha mai ricevuta

ha trasmesso la forza dell’amore

senza confini e senza limiti di tempo

alla schiera di umanità che l’ha capito e amato.

Grazie Paolo di essere stato con noi,

ti avremo sempre nel cuore come una grande,

Indispensabile luce.

                                                           Betty

LA CITTA' DA GIOCARE 2017 - FANO

L'Associazione Don Paolo Tonucci, Comitato Apito Marche sarà presente dalle 15 e 30 alle 19 con:

  • mostra disegni realizzati dai richiedenti Asilo delle strutture presenti nel territorio,  realizzate nell'ambito del progetto "Piacere di Conoscerti"
  • Esposizione di materiali e libri realizzati  nel progetto "Crescer Juntos"  -  gemellaggio tra scuole dell'infanzia  : Escola Infantil de Apito di Camaçari (Bahia BR)  e C.Collodi  dell'Istituto Padalino di Fano 
  • Laboratorio creativo "Faccia a faccia" : attività grafico - pittoriche e  manipolative con utilizzo di materiali di recupero animato  da Cinzia Antinori

Riceviamo da Delia

 TESTIMONIANZA DI FRANCESCO 

 

Francesco é un giovane di 20 anni. Lui é di Jesi, ospite di padre Luis. É qui per un periodo di esperienza. É un ragazzo molto in gamba e si fa voler bene da tutti.  

---------- Forwarded message ----------
From: francesco taccaliti <frenky-97-@hotmail.it>
Date: 2017-04-06 8:42 GMT-03:00
Subject: APITO
To: "delia@apito.org.br" <delia@apito.org.br>
In questi 2 mesi che sono qui in terra bahiana ho potuto apprezzare molte cose, fra cui la presenza una volta alla settimana nella scuola materna di camaçari APITO. Delia ha voluto che io frequentassi questo bel ambiente per conoscere questa realtà e io sono contento di partecipare e di aiutare. La prima volta che ho girato in questa scuola mi sono subito pensato bambino a correre per quei corridoi e a giocare fuori, è un luogo a misura dei bambini tutto è per loro e a dimensione appropriata alla loro età. 
La scuola all esterno è molto accogliente poiché è prevalentemente sull azzurro e ricca di colori, dopo l'ingresso si apre una sorta di chiosco in cui ci sono l'ingresso di tutte le varie aule, poi c'è la cucina e lo spazio esterno quasi tutto al coperto. Se penso al mio asilo questo lo supera di gran lunga in spazi interni ed esterni.
Il personale con me è stato molto accogliente e aperto al dialogo infatti proprio l'altro giorno ho fatto un discorso interessante con la direttrice sull importanza di dare sostegno ai bambini disabili. In questa scuola la cosa più bella è la relazione che si è creata negli anni fra il personale, si vede proprio
affiatamento anche fra le nuove leve e i veterani e quelli che seppur in pensione continuano a lavorare con passione, questo ambiente mi sta dando l'impressione di una grande e bella famiglia.                                                       L'ultima cosa che voglio dire sono i bambini che come in tutto il mondo sono semplici e meravigliosi.
Francesco 

SABATO 8 APRILE 2017 

CA' RAMARRA - SAN BIAGIO, FANO

Presentazione del libro del dottor Gabriele Pagliariccio   

 

UN DRITTO USURPATO NELLA MAGGIOR PARTE DEL MONDO

Venerdì 24 febbraio è stata effettuata la presentazione del libro del dottor Gabriele Pagliariccio alla Memoteca Montanari 

 

Morire senza salute è morire senza aver diritto ad una assistenza sanitaria adeguata e gratuita. Venerdì 24 febbario la sala Ipogea della Mediateca Montanari ha ospitato la presentazione del libro “Morire Senza Salute” (edito da Dissensi) di Gabriele Pagliariccio, chirurgo vascolare e operatore in molti ospedali in nazioni povere. Pubblicazione che gode della prefazione di Don Luigi Ciotti di Libera.

Nella maggior parte del mondo questo diritto è usurpato, drammaticamente negato: si è condannati a morire sulla porta di un ospedale se non si hanno i soldi con cui pagarsi le cure. L’incontro è stato aperto dal dott. Roberto Ansuini, presidente di APITO ed ha ospitato gli interventi di Massimo Seri, sindaco di Fano e di monsignor Armando Trasarti, Vescovo della diocesi fanese... continua su Eventi (clicca sull'immagine) 

 

Consegnati 2.500 euro a

 

Mauro Falcucci, sindaco di

 

Castelsantangelo sul Nera

 

 

1996

-

2016

 

LA NOSTRA 

STORIA 

IL NOSTRO 

IMPEGNO

 

Carissimi amici dell’APiTO e dell’APiTO Marche, il 5 dicembre 2016 abbiamo compiuto 20 anni!!! 

E’ una tappa ed un traguardo importante per una associazione di volontariato come la nostra, legata in maniera direi filiale con un sacerdote prematuramente scomparso ventidue anni fa e che peraltro ha vissuto gran parte della sua vita lontano dall’Italia. 

Indubbiamente il merito di questo è di Paolo, che ha lasciato un segno più grande di quanto tutti noi possiamo aver compreso, di Delia che non ha mai mollato anche in momenti difficili ,e non sono stati pochi,  e di tutti voi che con il vostro fedele e generoso contributo avete permesso la realizzazione ed il mantenimento del sogno rappresentato dalla Scuola Infantile di Camaçari.   GRAZIE A TUTTI!!! 

Il sogno ora è una splendida realtà, un bellissimo esempio di quanto il volontariato riesce a fare quando l’intervento è giusto e rende evidente  una carenza del sistema pubblico: il “fischietto” si è fatto sentire  e, sul nostro esempio, sono state realizzate a Camaçari diverse scuole dell’infanzia pubbliche prima assolutamente inesistenti. 

Sperando di fare una cosa gradita, ci è sembrato bello, in occasione del Natale, regalarvi e regalarci un opuscolo celebrativo dei venti anni di APiTO: un opuscolo che senza pretese vuole essere al tempo stesso un memoriale, un ricordo ed un ringraziamento. Lo puoi cliccando sulla foto.